DrGallo Clinica Medical Group
Via Napo Torriani, 2 Milano Lunedì - Sabato 10:00-19:00 (+39) 02-76015884

GINECOLOGIA

INFO

La ginecologia è una branca della medicina che si occupa dello studio degli organi sessuali femminili, in particolare della prevenzione e cura delle patologie dell’apparato genitale della donna. Sono comprese, inoltre, le problematiche della sfera riproduttiva e la fecondazione assistita. È  il corrispettivo dell'andrologia, la scienza che si occupa della fisiologia e delle disfunzioni dell'apparato riproduttore e urogenitale maschile. L’ostetricia si occupa invece dell’assistenza alla donna durante la gravidanza, il travaglio, il parto e il puerperio.

VISITA GINECOLOGICA

La visita ginecologica è un esame specialistico che permette di valutare lo stato di salute dell’apparato genitale femminile.
Quest’appuntamento è estremamente importante per ogni donna, sin dalla pubertà, nonché un approccio alla prevenzione dei tumori femminili e di altre patologie degli organi riproduttivi.
La visita ginecologica è solitamente preceduta da un colloquio informativo, durante il quale il medico raccoglie le informazioni anamnestiche e spiega passo dopo passo le tappe dell’esame.
Dopo questa prima fase, la paziente viene invitata a togliere la biancheria intima e si accomoda sul lettino ginecologico, dove il medico procede con l’ispezione esterna dei genitali, a cui segue il controllo interno (esame con lo speculum, esplorazione vaginale e palpazione bimanuale).

 

PAP TEST

Il Pap test (test di Papanicolaou, dal cognome del medico che lo ha inventato) è un esame di screening, che si effettua cioè anche in donne sane senza alcun segno di possibile malattia.
Lo scopo è individuare precocemente tumori del collo dell’utero o alterazioni che col passare degli anni potrebbero diventare tali. L’introduzione del Pap test ha contribuito significativamente a ridurre la mortalità per tumore del collo dell’utero (anche detto della cervice uterina) per cui andrebbe eseguito con regolarità, ogni tre anni, da tutte le donne dopo l’inizio dell’attività sessuale o comunque a partire dai 25 anni di età.

HPV TEST

Il test HPV (detto anche DNA HPV test) consiste nel prelievo di una piccola quantità di cellule dal collo dell’utero (o cervice uterina) che vengono successivamente analizzate per verificare la presenza di Papillomavirus: le infezioni causate da questo virus possono infatti essere responsabili del tumore del collo dell’utero.
Le modalità di esecuzione dell’esame sono analoghe a quelle del Pap test: nel corso di una normale visita ginecologica, si applica lo speculum, uno strumento che dilatando il canale vaginale permette la visualizzazione e l’accesso al collo dell’utero.
A questo punto si inserisce delicatamente una speciale spatola o un bastoncino cotonato che servono a raccogliere piccole quantità di cellule sia dal collo dell’utero sia dal canale cervicale da esaminare in laboratorio.

TAMPONI VAGINALI

Il tampone vaginale è un esame diagnostico finalizzato alla ricerca di microrganismi responsabili di infezioni della vagina o della cervice uterina.
L’esame si avvale di un semplice e sottile bastoncino cotonato, simile ad un cotton-fioc, da inserire in vagina allo scopo di prelevare cellule in sfaldamento e secrezioni.
Con la donna sdraiata sull’apposito lettino a gambe divaricate, e con l’ausilio di una sorgete luminosa, il tampone viene delicatamente inserito ad una profondità di circa cinque centimetri; viene quindi girato delicatamente per qualche secondo, in modo da entrare a contatto con le pareti della vagina ed assorbirne le “secrezioni”.

ECOGRAFIE TRANSVAGINALI

L’ecografia transvaginale, chiamata anche TVS (Trans-Vaginal Sonography), è un esame che, attraverso le immagini, studia la morfologia e lo stato di salute degli organi genitali interni femminili, ovvero utero, ovaie e annessi.
Si effettua spesso sulle donne in gravidanza, per scoprire maggiori dettagli sul feto e lo stato di salute dell’ambiente uterino. Spesso viene prescritta in alternativa all’ecografia tradizionale della gravidanza. Cerchiamo di scoprire qualcosa in più su questa tecnica diagnostica, non conosciuta da tutte le donne, ma estremamente utile.
L’ecografia transvaginale si effettua in qualsiasi momento del ciclo e a vescica vuota. La paziente viene fatta sdraiare e nella vagina viene inserita una sonda (coperta da una sorta di preservativo cosparso da liquido sterile), che emette onde sonore ad elevata frequenza e non percepibili dall’orecchio umano.


Per qualsiasi informazione contattaci.


Clinica Chat
💬 posso chiedere?
Ciao 👋🏻 clicca sul bottone qui sotto e scrivici...